HOME / NOTIZIE / NEWS

 

12° Rapporto crea sanità 2016 

19/12/2016



Il 12° Rapporto Crea Sanità curato da Federico Spandonaro dell’Università di Tor Vergata di Roma, evidenzia come la spesa sanitaria pubblica italiana , negli ultimi 10 anni,  è cresciuta dell’1% medio annuo contro il dal 3,8% degli altri Paesi europei; questo porta la spesa sanitaria pubblica italiana ad essere inferiore del 36% a quella degli altri paesi considerati. La crescita della spesa privata (2,1% medio annuo) è stata invece leggermente inferiore a quella europea (2,3%), ma pari a oltre il doppio rispetto a quella pubblica.  Il federalismo sanitario, nato agli inizi degli anni 2000 per responsabilizzare le Regioni in un momento di espansione incontrollata della spesa sanitaria, ha raggiunto, anche nelle Regioni sottoposte ai Piani di rientro, quasi il risultato di pareggio tra finanziamento pubblico e fabbisogno effettivo, mantenendo se non migliorando, secondo il Rapporto, la qualità e la quantità di erogazione dei Lea. Su quest’ultimo punto restano delle perplessità, in quanto, come evidenziato dallo stesso Rapporto, la diminuzione della spesa sanitaria pubblica è coincisa con l’aumento esponenziale di quella privata che ha raggiunto i 36 miliardi, e non ha comunque risolto la “questione meridionale” dove l’offerta sanitaria è ancora inadeguata rispetto al Centro-Nord, pertanto il meridione, in assenza di politiche di sensibilizzazione e incentivazione, rischia di rimanere escluso dallo sviluppo del secondo pilastro di Welfare sanitario, rendendo sempre meno sostenibile l'assistenza.