HOME / NOTIZIE / LA VOCE DEL PENSIONATO

 

False email da Agenzia delle Entrate

30/06/2016



L’agenzia delle entrate ha segnalato, con apposito comunicato stampa, che molti contribuenti hanno ricevuto e-mail apparentemente provenienti dall’Agenzia delle Entrate (alcune indicano anche gli esatti recapiti telefonici dell’Agenzia) che segnalano inesistenti debiti nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, da pagare, pena l’intervento dell’ufficiale giudiziario. Uno di questi messaggi manifesta la sua evidente falsità, anche per l’uso molto approssimativo della lingua italiana («Egregio contribuente, ci affrettiamo a comunicare che per il 3° trimestre 2015 Lei ha indebitamento con dipartimento finanziario. In caso di mancata liquidazione di debito entro una settimana dopo il ricevimento di avviso saremo costretti a rinviare la causa all’ufficiale giudiziario e compilare la causa di riscossione dei fondi dal Suo conto corrente»). Poiché quello sopra evidenziato non è il solo messaggio falso, è necessario porre estrema attenzione ad ogni tipo di e-mail che pervenga con richiesta di pagamenti, minacce di iniziative giudiziarie o richiesta di pagamenti, evitando anche di scaricare o aprire gli allegati.