HOME / EVENTI

 

MANIFESTAZIONE

Lavoro Equità e Legalità

"Per un futuro migliore"

02/07/2012



Lavoro, Equità e Legalità, questo è il titolo della Manifestazione Regionale Unitaria che si è tenuta il 2 luglio a Napoli in piazza Matteotti. Hanno partecipato alla manifestazione le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil e Ugl con gli interventi di Camusso, Bonanni, Angeletti e Centrella.

Hanno rivendicato:

AL GOVERNO

un tavolo a palazzo Chigi sull'emergenza Campania; una deroga del Patto di Stabilità interno; Investimenti adeguati per le infrastrutture materiali e immateriali; un riparto diverso del Fondo Sanitario Nazionale; Politiche Sociali che garantiscano qualità nell'assistenza ai servizi alla persona; Politiche Fiscali eque, in grado di assicurare i bisogni e accrescere il potere di acquisto delle fasce più deboli; Politiche industriali capaci di cogliere opportunità esistenti sul territorio legate alle vertenze nazionali; risorse per la copertura degli ammortizzatori sociali nella fase di crisi.

ALLA REGIONE

L'attuazione del contratto Campania; un corretto sviluppo della riforma del Sistema Sanitario Campano, a partire dal decollo della rete territoriale dell'emergenza e dell'assistenza; la riorganizzazione e l'ottimizzazione del funzionamento della macchina Regionale; un piano di riordino nel settore della forestazione, con l'immediato sblocco degli stipendi arretrati; un piano di razionalizzazione delle società partecipate; lo sblocco degli Accordi e dei Contratti di programma; un' iniziativa sulle grandi vertenze nei confronti del Governo; iniziative finalizzate alla riduzione e ad una maggiore equità della tassazione regionale; una riorganizzazione in chiave regionale di tutto il sistema del trasporto campano; la concretizzazione dei contenuti del Piano per il Lavoro nella direzione di politiche attive; l'approvazione di leggi fondamentali per lo sviluppo del Commercio , Turismo e Artigianato.

ALLE PROVINCE ED AI COMUNI

No all'aumento della tassazione; una rimodulazione di tariffe e tasse locali esistenti, secondo criteri di progressività; un'azione immediata di contrasto all'evasione fiscale; una riduzione di consulenze, diseconomie, appalti, esternalizzazioni ingiustificati e di ridondanze strutturali, per servizi pubblici adeguati; piani territoriali per i trasporti e per l'ambiente.