HOME / EVENTI

 

MANIFESTAZIONE

Sanità in Campania

"Per un servizio migliore"

24/04/2013



Ieri mattina, 24 Aprile 2013, ad Avellino si è svolta la Manifestazione Regionale indetta dalla CGIL, CISL e UIL contro la gestione commissariale della Sanità in Campania che sta producendo una serie di disservizi ai Pensionati ai Lavoratori ed ai Cittadini in materia di erogazione dei servizi. Il corteo, in maniera pacifista, ha attraversato la città fermandosi davanti all' ASL per poi terminare davanti alla sede della Prefettura di Avellino. Alla manifestazione hanno partecipato tutte le FNP CISL Territoriali della Campania. Erano presenti, Mario Melchionna, Segretario Provinciale UST CISL Avellino, Giuseppe Gargiulo, Segretario Generale FNP CISL Campania e il Segretario Generale della Federazione Pensionati FNP CISL IrpiniaSannio Carlo Colarusso, il quale ha affermato che “Non è più una situazione sostenibile quella che si sta verificando nella nostra Regione in materia di Sanità pubblica. I pensionati, che sono particolarmente esposti ai disagi di tutti i Cittadini ed oltremodo bisognosi di assistenza per l’età avanzata, sono privi di qualsiasi copertura. Occorre attendere mesi per effettuare indagini diagnostiche presso l’ ASL e le strutture private in convenzione a tutto discapito di chi non può permettersi il pagamento delle stesse in caso d' urgenza. Ci troviamo di fronte, come denunciato dalle OO.SS. di Categoria, all’ abolizione dell’'assistenza sanitaria e sociosanitaria garantita dalla Costituzione. E’ impossibile ad un pensionato con un reddito inferiore a 1.000 € mensili poter far fronte a spese sanitarie urgenti presso ambulatori privati, per cui stiamo assistendo al fenomeno che molti anziani rinunciano a curarsi. Così come molte famiglie non portano più i bambini dal dentista, come denunciato nel recente convegno degli odontoiatri. “
“ A seguito di un importante confronto, ha continuato Colarusso, fra il Ministero della Coesione Territoriale e le parti sociali ha inizio la fase di avvio del “PROGRAMMA PER I SERVIZI DI CURA PER L’INFANZIA E PER GLI ANZIANI “ con un finanziamento di 130 milioni di € per l’area anziani e 120 milioni di € per l’area infanzia, che sarà distribuito fra quattro Regioni (Campania, Calabria, Puglia, e Sicilia ). La formula di riparto utilizzata, è stata quella della riprogrammazione dei Fondi strutturali Europei, voluta fortemente dalla CISL e dalla FNP e che prevedono per gli Anziani il rafforzamento dei servizi domiciliari, in una logica di integrazione socio-sanitaria con un accordo/protocollo con le ASL che è parte integrante del Piano. Le risorse avranno la caratteristica di essere risorse aggiuntive che si affiancheranno alla spesa ordinaria, favorendo il mantenimento dei livelli di servizio garantiti. Noi siamo in piazza anche per chiedere che questi interventi non vengano dirottati sulle spese correnti a tutto discapito dei Piani e degli accordi sottoscritti.”
“ Ecco perché – ha concluso Colarussola FNP CISL IRPINIASANNIO ha partecipato a questa manifestazione con il sostegno di sempre in difesa dei pensionati e dei lavoratori della categoria per una Sanità pubblica trasparente ed efficiente. “