HOME / NOTIZIE / LA VOCE DEL PENSIONATO

 

Previdenza complementare

24/12/2019


Con la sentenza n.218 del 2019 la Corte Costituzionale ha sancito l'illegittimità dell'art. 23 c. 6 del D.Lgs. n. 252/2005 nella parte in cui prevede l'applicazione di un diverso trattamento tributario tra dipendenti pubblici e privati per il riscatto della posizione individuale maturata tra il 2007 e il 2017 nei fondi di pensione negoziali. Sebbene le due fattispecie siano sostanzialmente omogenee, la duplicità dei sistemi impositivi e la disparità di trattamento conseguenti sarebbero in contrasto con gli art. 3 e 53 della Costituzione. Si tratta dunque di una discriminazione nei confronti dei dipendenti pubblici rispetto a quelli privati, in violazione del principio dell'eguaglianza tributaria. Con la sentenza in esame la Corte infatti ha sancito che anche ai dipendenti pubblici deve essere applicato il regime fiscale agevolato, riconosciuto invece ai soli dipendenti privati a partire dal 2007. Pertanto tutti i dipendenti pubblici INPS, INAIL, ASL ecc., titolari di pensione integrativa o complementare possono ricevere maggiori informazioni e la modulistica per richiedere i benefici rivolgendosi alla Fnp Cisl IrpiniaSannio, Via De Concilii 58, Avellino.