HOME / EVENTI

 

PROGETTO

Master Chef

"La donna e la spending review in cucina"

07/03/2014



La Spending Review, in  tempo di crisi, arriva anche in cucina. Come coniugare genuinità, economicità e semplicità davanti ai fornelli per riuscire a far durare la pensione fino alla fine del mese? Se lo è chiesto il Coordinamento Donne della Federazione Nazionale dei Pensionati della Cisl Irpinia-Sannio che ha promosso l’originale iniziativa “Progetto Master Chef, la donna e la spending review in cucina” che ha l’obiettivo di recuperare anche le antiche ricette irpine e sannite. “Le donne della Fnp regionale hanno pensato di andare incontro all’economia familiare. La prima economia si fa in famiglia. L’obiettivo del progetto –  spiega  Pina Iannaccone, componente segreteria Fnp - è quello di riscoprire la cucina semplice di una volta, economica e genuina. Siamo così andate alla ricerca e alla scoperta delle ricette povere che non si usano più. Il nostro obiettivo è anche quello di recuperare le tradizioni dei vari comuni”. La prima fase del progetto si è già conclusa e ha visto il Comitato impegnare le tante iscritte nella ricerca di ricette tipiche dei comuni irpini e sanniti. E venerdì prossimo (7 marzo) presso l’Azienda Agrituristica “Perriello” di Taurasi, si terrà la prima gara tra le ricette selezionate. Tre le pensionate in gara che realizzeranno, ai fornelli del ristorante, i piatti prescelti: Antonietta Mattiello (lagane e ceci per primo e carne di maiale e peperoni per secondo), Elena Capone (minestra maritata e coniglio alla cacciatora) e Nicolina Di Troia (fusilli con mugliatiello e e mugliatiello al ragù). I piatti saranno giudicati dalla giuria composta dal segretario generale Fnp-Cisl Giuseppe Gargiulo, da Iole Capitanio del coordinamento donne e da Giovanni Solla della Cisl pensionati Irpinia-Sannio. “Abbiamo intenzione, come segreteria provinciale Fnp-Cisl Irpinia Sannio – dice Luana Dente delegata Fnp – di pubblicare, in un libro, le tante ricette raccolte. Si tratta dei piatti delle nostre nonne, con tutti i trucchi e i segreti che hanno fatto grande la gastronomia irpina e sannita. D’altronde, come sostiene il grande chef francese Aiuuste Escoffier, il buon cibo è il fondamento della vera felicità”.