HOME / NOTIZIE / LA VOCE DEL PENSIONATO

 

Decreto Fiscale 2020

31/01/2020


Il Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020 contiene il pacchetto di “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili” . Di seguito si riporta nello specifico quali sono le importanti novità dal punto di vista previdenziale, fiscale e delle tariffe, definitivamente approvate.


PREVIDENZA

Art. 33 bis- Fondo per le vittime dell’amianto

Nell’ambito del Fondo per le vittime dell’amianto, istituito nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali in favore degli eredi di coloro che sono deceduti a seguito di patologie asbesto-correlate per esposizione all'amianto, nell'esecuzione delle operazioni portuali nei porti nei quali hanno trovato applicazione le disposizioni della legge 27 marzo 1992, n. 257, la dotazione di 10 milioni di euro è estesa per ciascuno degli anni dal 2016 al 2020. A tali oneri si provvede mediante corrispondente riduzione del fondo istituto presso l’INAIL (art. 1, c. 862, l. 208/2015).


FISCO E TARIFFE

Art. 1 - Accollo del debito d'imposta altrui mediante compensazione

Viene vietato il pagamento del debito d'imposta altrui accollato mediante compensazione. In caso di violazione del divieto, il pagamento si considera non avvenuto e sono irrogate sanzioni differenziate per l’accollante e l’accollato.

Art. 3 - Contrasto alle indebite compensazioni

La compensazione, tramite modello F24, del credito dell'IVA e dei crediti relativi alle imposte sui redditi e alle relative addizionali, alle imposte sostitutive delle imposte sui redditi e all'Irap, per importi superiori a 5.000 euro annui, può essere effettuata a partire dal decimo giorno successivo a quello di presentazione della dichiarazione o dell'istanza da cui il credito emerge. Inoltre, viene esteso a tutti isoggetti che intendono effettuare la compensazione, l’obbligo di utilizzare modalità di pagamento telematiche. Nei casi di tentativo di compensare crediti non utilizzabili, viene applicata una specifica disciplina sanzionatoria.

Art. 10 bis - Estensione del ravvedimento operoso

Viene ampliato l’ambito operativo del cd. ravvedimento operoso, estendendo a tutti i tributi, inclusi quelli regionali e locali, alcune riduzioni sanzionatorie, in precedenza riservate ai casi di ravvedimento operoso esperito per i tributi amministrati dall’Agenzia delle entrate, per i tributi doganali e per le accise.

Art. 13 ter - Agevolazioni fiscali per i lavoratori rimpatriati

Vengono estese le maggiori agevolazioni per i lavoratori rimpatriati anche ai lavoratori rientrati in Italia a partire dal 30 aprile 2019, purché risultino beneficiari del regime per i lavoratori rimpatriati. Inoltre, viene istituito il Fondo Controesodo, con dotazione di 3 milioni a decorrere dal 2020.

Art. 16 bis - Riordino delle scadenze fiscali

Dal 1° gennaio 2021:

- viene differito al 30 settembre il termine per la presentazione del Modello 730, a prescindere dalle modalità utilizzate (sostituto d’imposta, intermediario abilitato o invio diretto della precompilata);

- viene introdotto l'obbligo per i sostituti d'imposta di effettuare i rimborsi Irpef non più a scadenze fisse (cioè sulle retribuzioni di luglio o pensioni di agosto o settembre), ma in occasione della prima retribuzione utile e, comunque, con quella di competenza del mese successivo a quello in cui ha ricevuto il risultato contabile o, per i pensionati, a partire dal secondo mese successivo a quello di ricevimento dei dati del prospetto di liquidazione;

- viene spostato al 16 marzo, il termine ultimo per la consegna ai contribuenti delle Certificazioni uniche da parte dei sostituti d’imposta e dal 15 aprile al 30 aprile, la scadenza per la messa a disposizione della dichiarazione precompilata sulla pagina dedicata online dell'Agenzia delle entrate.

Art. 18 - Modifiche al regime dell'utilizzo del contante

Viene modificato il regime di utilizzo del contante, per cui il valore soglia oltre il quale si applica il divieto al trasferimento del contante fra soggetti diversi viene ridotto da 3.000 euro a 2.000 euro dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021, per ridursi ulteriormente a 1.000 euro dal 1° gennaio 2022.

Art. 19 - Esenzione fiscale dei premi lotteria degli scontrini e premi speciali

I premi della lotteria degli scontrini non concorrono a formare il reddito per l'intero ammontare corrisposto nel periodo d'imposta e non sono assoggettati ad alcun prelievo erariale. Inoltre, sono previsti premi aggiuntivi mediante estrazioni associati alla lotteria medesima, qualora siano utilizzati strumenti di pagamento elettronici da parte dei consumatori.

Art. 20 - Lotteria degli scontrini

L'istituzione della lotteria degli scontrini viene posticipata dal 1° gennaio al 1° luglio 2020. Nel caso in cui l'esercente, al momento dell'acquisto, si rifiuti di acquisire ilcodice lotteria, il consumatore può segnalarlo nella sezione dedicata del portale Lotteria del sito internet dell'Agenzia delle entrate.

Art. 32 – IVA scuole guida

Dal 1° gennaio 2020, nel perimetro delle prestazioni didattiche esenti dall'IVA non ricade l'insegnamento finalizzato a conseguire le patenti di guida delle categorie B e C1. La misura non ha effetto retroattivo.

Art. 33 - Ripresa dei versamenti e adempimenti tributari connessi ad eventi sismici Catania

La ripresa dei versamenti tributari, sospesi fino al 30 settembre 2019 per i residenti dei comuni della provincia di Catania colpiti dal sisma del 26 dicembre 2018, è stata differita al 16 gennaio 2020, da effettuarsi o in unica soluzione o, a decorrere dalla stessa data, mediante rateizzazione (fino a un massimo di 18 rate mensili di pari importo da versare entro il 16 di ogni mese). Gli adempimenti tributari sospesi, diversi dai versamenti, dovranno essere effettuati entro il mese di gennaio 2020.

Art.37- Proroga termini di pagamento Rottamazione ter

Posticipato dal 31 luglio al 30 novembre 2019 il termine ultimo di pagamento della prima o unica rata della definizione agevolata di cui all’art. 3 del Dl.119/2018, cd. Rottamazione ter.

Art. 38ì ter - Bollo auto

Dal 1° gennaio 2020, i pagamenti del bollo auto potranno essere effettuati esclusivamente attraverso il sistema dei pagamenti elettronici pagoPA.

Art. 46 - Imposta di soggiorno

Nei comuni capoluogo di provincia che abbiano avuto presenze turistiche 20 volte superiore a quello dei residenti, l'imposta di soggiorno può essere applicata fino all'importo massimo di 10 euro a notte.

Art. 46 bis - Scelta destinazione quota statale dell’8 per mille

Riguardo la quota a diretta gestione statale dell'8 per mille, il contribuente potrà scegliere, in sede di dichiarazione dei redditi, tra cinque tipologie di intervento: fame nel mondo, calamità naturali, assistenza ai rifugiati, conservazione dei beni culturali, ristrutturazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici pubblici.

Le modalità attuative verranno definite con il provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate di approvazione del modello 730.

Art. 52 - Incentivi per l'acquisto dei seggiolini antiabbandono

Previsto un contributo di 30 euro per ciascun seggiolino antiabbandono acquistato (la cui istallazione è diventata obbligatoria con la L. 117/2018), fino ad esaurimento delle risorse stanziate. L’applicabilità delle sanzioni per la mancata installazione di dispositivi antiabbandono viene differita al 6 marzo 2020. Art. 53 bis - Agevolazioni fiscali relative ai veicoli elettrici e ibridi utilizzati dagli invalidi

Viene estesa l'applicazione dell'aliquota IVA agevolata al 4% sull'acquisto di veicoli elettrici e ibridi, da parte dei soggetti disabili o dei loro familiari, nonché sulle prestazioni rese dalle officine per adattare tali veicoli.

Art. 55 bis - RC auto familiare

Tutti i componenti del nucleo familiare potranno assicurare i mezzi di trasporto posseduti, anche di diversa tipologia, con la classe di merito più favorevole presente in famiglia, non solo per la stipula di un nuovo contratto, ma anche nei casi di rinnovo, a patto che non ci siano stati incidenti con responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi 5 anni.

Art. 57 bis - TARI. Bonus sociale per i rifiuti. Automatismo bonus sociali luce, gas e acqua

Viene prorogata la modalità di misurazione della Tari (Tassa sui rifiuti) da parte dei Comuni sulla base di un criterio medio-ordinario (ovvero in base alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte) e non sull’effettiva quantità di rifiuti prodotti, fino a diversa regolamentazione disposta dall'Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (ARERA) e in attesa di una revisione complessiva del DPR 158/1999. Per il 2020, i comuni potranno approvare le tariffe e i regolamenti della TARI e della tariffa corrispettiva entro il 30 aprile.

L'ARERA assicura l’accesso a condizioni tariffarie agevolate alla fornitura del servizio di gestione integrato dei rifiuti urbani e assimilati (Bonus sociale per i rifiuti o Bonus Tari) agli utenti che si trovino in condizioni economico-sociali disagiate, individuati in base a criteri simili a quelli usati per i bonus sociali per l’energia elettrica, gas e servizio idrico integrato. l’ARERA definirà le modalità attuative con appositi provvedimenti, entro 120 giorni dall’entrata in vigore della legge in esame.

Ai beneficiari del Reddito di cittadinanza sono estesi anche il bonus sociale idrico, oltre alle già previste bonus elettrico e bonus gas. Dal 1° gennaio 2020, il bonus idrico viene estesa anche alla fornitura dei servizi di fognatura e depurazione, le cui modalità di quantificazione, riconoscimento ed erogazione sono disciplinate dall'ARERA. Dal 1° gennaio 2021, i bonus sociali per energia elettrica, gas e servizio idrico saranno riconosciuti automaticamente a coloro il cui ISEE sia compreso entro i limiti stabiliti dalla legislazione vigente.