HOME / NOTIZIE / LA VOCE DEL PENSIONATO

 

Invalidità Civile

31/03/2020


A causa del protrarsi, a livello nazionale, della situazione di emergenza sanitaria per la diffusione del COVID-19, il termine di conclusione della campagna RED ordinaria 2019 (per i redditi 2018) e Solleciti 2018 (per i redditi 2017), e della campagna Invalidità Civile ordinaria 2019 e Solleciti 2018 (per i redditi 2017), già differito al 31 marzo 2020, viene ulteriormente prorogato al 18 maggio 2020.

Fino alla data del 18 maggio 2020, per la presentazione delle dichiarazioni reddituali (Modelli RED – Campagna ordinaria 2019 e Solleciti 2018) e delle dichiarazioni di responsabilità (Campagna INV CIV ordinaria 2019 - Modelli ACC.AS/PS) e Campagna Solleciti 2018 (Modelli ICLAV e ICRIC frequenza) sono a disposizione dei cittadini i consueti canali, quali: il Contact Center integrato dell'Istituto, i servizi online, accessibili dal portale internet, “RED semplificato” e “Dichiarazioni di responsabilità” e le Strutture territoriali dell'Istituto.

In particolare, per accedere ai servizi online “RED Semplificato” e “Dichiarazioni di responsabilità” e rendere la dichiarazione, può essere utilizzato:

- il PIN dispositivo;

- lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di secondo livello;

- la CNS (Carta Nazionale dei Servizi);

- la CIE (Carta Identità Elettronica 3.0).

Già a partire dalla Campagna RED e INV CIV ordinaria 2019 le informazioni relative agli stati di ricovero, alla frequenza scolastica e allo svolgimento di attività sono acquisiti dall'Inps grazie alla sottoscrizione di una serie di accordi, quali la Convenzione con il Ministero della Salute; il Protocollo d'intesa con il Miur (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) e la cooperazione informativa in essere con l'Agenzia delle Entrate. Di conseguenza, sono escluse dal servizio affidato ai CAF e ai soggetti abilitati all'assistenza fiscale le dichiarazioni aventi ad oggetto l'eventuale frequenza scolastica dei titolari di prestazioni assistenziali (ICRIC FREQUENZA) e le informazioni relative all'eventuale svolgimento di attività lavorativa da parte dei titolari delle prestazioni di invalidità civile (ICLAV) avvenuti nell'anno 2018.

Infine, tenuto conto della diffusione a livello internazionale dell'emergenza COVID–19, anche per i residenti all'estero, al fine di agevolare gli adempimenti dichiarativi connessi alle verifiche reddituali, il termine per l'acquisizione online delle dichiarazioni inerenti alle campagne REDEST 2019 (per i redditi 2018) e 2018 (per i redditi 2017) è prorogato al 18 maggio 2020. Si rammenta che le dichiarazioni devono essere certificate dalle competenti autorità estere, secondo quanto previsto dall'art. 49, punto 1, della legge n. 289/2002.