HOME / NOTIZIE / NAZIONALI

 

Attività fisica over 65

07/04/2020


A causa dell'emergenza pandemica da nuovo coronavirus restiamo per lunghi periodi in casa.

I rischi per la salute psico-fisica legati all'inattività riguardano tutti, ma in particolare vi sono maggiormente esposte le persone anziane.

In Italia, paese più “vecchio” dopo il Giappone, gli over 65 sono oltre 13 milioni (ISTAT), e, seppure sia giusto limitare le uscite di casa per tutelarne la salute, è altresì importante mantenere vivo il movimento per salvaguardare, soprattutto per gli anziani, il proprio benessere fisico.

Il Ministero della Salute consiglia, attività sportive a basso impatto, soprattutto negli anziani. Il movimento è particolarmente importante perché oltre a favorire un buon funzionamento del sistema muscolo-scheletrico aumenta il benessere psicologico e la percezione dell'autoefficacia personale, essenziali nella gestione dello stress e dell'ansia e tensione che la situazione attuale può determinare.

I comportamenti sedentari, e in generale lo stare seduti per molte ore al giorno ad esempio davanti alla TV, possono: aumentare il rischio di sovrappeso e di problemi osteoarticolari, agire sul livello del colesterolo, degli zuccheri nel sangue e della pressione, causare disturbi nel ritmo veglia-sonno e avere effetti sulle capacità cognitive, alimentando stati di ansia.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) gli ultra 65enni, come tutti gli adulti, dovrebbero svolgere ogni settimana almeno 150 minuti di attività fisica aerobica di moderata intensità.

Al fine di limitare noia e sedentarietà e di facilitare il mantenimento delle capacità cognitive, abbiamo chiesto ad una Fisioterapista e Posturologa, la dottoressa Ida D'Anselmo, di pensare ad una serie di esercizi utili e semplici da fare a casa.

Seguite il video e buon allenamento!


Ida d'Anselmo
Fisioterapista e Istruttore BLSD. Laureata in Fisioterapia con il massimo dei voti all'Università La Sapienza di Roma, lavora dal 2000 presso il centro NCL _gruppo NEUROMED di Roma dove si occupa di riabilitazione intensiva post-acuti, neurologia, terapia intensiva e riabilitazione neuromotoria. Dal 2010 è Coordinatore dei Fisioterapisti dell'NCL_gruppo NEUROMED di Roma.