HOME / NOTIZIE / NEWS

 

Amianto: certificazioni Inail

05/01/2014



La Federazione Nazionale Pensionati CISL IRPINIASANNIO comunica che l’INPS , in una sua nota, precisa che la decorrenza delle pensioni, da liquidare in favore dei nuovi aventi diritto, non può essere anteriore al 1° settembre 2013, mese successivo alla data di entrata in vigore della legge n. 98/2013 (entrata in vigore il 21 agosto 2013). Infatti è stato dato il via libera alla nuova salvaguardia della validità ed efficacia delle certificazioni di esposizione all’amianto rilasciate dall’INAIL, ai fini del conseguimento del beneficio di cui all’art.13 c. 8 della L. 257/92, per lavoro svolto con esposizione all’amianto. In particolare, l’art. 42-quater della legge n. 98/2013 (legge di conversione del dl. 69/2013) ha modificato l’art. 7-ter della l. 33/2009, inserendo, dopo il comma 14-bis, il comma 14-ter: quest’ultimo dispone che, ai fini della determinazione del diritto e della misura del trattamento pensionistico (ai sensi dell’art. 13 c. 8 della l. 257/92), sono validi ed efficaci i provvedimenti di certificazioni di esposizione all’amianto rilasciati dall’INAIL in favore di quei lavoratori che, alla data del 22 giugno 2013 (data di entrata in vigore del dl. 69/2013) risultino cessati per mobilità oppure titolari di prestazioni straordinarie a carico dei fondi di solidarietà o, ancora, autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione. Alla luce delle nuove disposizioni, sono privi di effetto i provvedimenti di revoca adottati dall’INAIL delle certificazioni rilasciate dall’ISTITUTO nei confronti delle nuove categorie di lavoratori individuate dal comma 14- ter. Tale disposizione non trova applicazione solo nel caso in cui la certificazione sia stata ottenuta dal soggetto interessato con dolo, accertato in via giudiziale con sentenza definitiva.