HOME / NOTIZIE / TERRITORIALI

 

Comitato Esecutivo Fnp IrpiniaSannio

26/03/2021


Il 26 Marzo si è svolto il Comitato Esecutivo della FNP IRPINIASANNIO, nella sua relazione il Segretario Generale Raffaele Tangredi ha fatto un’analisi della situazione del Covid nella nostra Regione e soprattutto sulla situazione dei Disabili ed i fragili che ancora non sono stati vaccinati. Il 97% delle persone morte di COVID supera i 70 anni ed ancora non è partita la vaccinazione di massa dei 70 nella Campania.
"Siamo una Regione che ha maggiormente subito le disfunzioni del Sistema Sanitario e la riduzione dei fondi che adesso con la pandemia stiamo scontando con un numero di persone anziane colpite da COVID 19. Grave è stata la mancanza che i disabili ed i fragili non siano stati ancora chiamati perché i medici di base non riescono ad attivare le prenotazioni. Questo fatto l’abbiamo denunciato alla Direzione Generale dell’ASL di Avellino e Benevento e non abbiamo avuto ancora una risposta. Questa situazione è insostenibile. C’è un disfunzione generale perché non abbiamo una sanità nazionale ma 20 sanità dove ognuno fa quello che vuole. Invece di Vaccinare le persone anziane i disabili e i fragili si è provveduto a vaccinare categorie che potevano anche attendere essendo più giovani. Meno male che il Presidente del Consiglio ha imposto la vaccinazione per età. Un altro fatto gravissimo è che per l’ennesima volta si è dato corso ad un condono privilegiando chi in questo paese ha sempre evaso non perché non aveva fondi ma confidando che prima o poi arriverà un condono. Noi speriamo che con il Ricovery Plan si dia corso a sanare la differenza economica fra il sud ed il nord d’Italia. Se non c’è lavoro legale con assunzione dei giovani con un versamento dei contributi all’INPS verranno messe in discussione anche il pagamento delle nostre pensioni. Questo non può accadere in un paese come il nostro che è il 7° paese mondiale Industrializzato ed il 2° in Europa. Abbiamo fiducia nel governo Draghi per svolgere una politica economica che dia lavoro ai giovani e cerchi di risolvere il problema dell’evasione che raggiunge i 100 miliardi di euro all’anno."
Un ricordo è andato all’amico Melchionda e alla propria Moglie colpiti dal Covid: "Era oltre ad un sindacalista di valore della CISL scuola, un caro amico, la scomparsa è una notizia che ci addolora."
Il Segretario a conclusione ha augurato poi 'una Buona Pasqua a tutti e essendo la Pasqua una rinascita dovrà essere per tutti una vera rinascita, uscendo da questa tragica pandemia.'
Successivamente sono stati svolti i lavori in previsione della stagione congressuale con la lettura dei vari regolamenti e la loro approvazione.