HOME / NOTIZIE / NEWS

 

Consiglio Generale della Fnp Cisl IrpiniaSannio

11/12/2014



Mercoledi' 10 dicembre 2014  si è tenuto a Monocalzati - Avellino presso l’Hotel Bel Sito il Consiglio Generale della Federazione Pensionati Cisl IrpiniaSannio a cui sono intervenuti il Segretario Generale della FNP CISL Campania Giuseppe Gargiulo ed il Segretario Generale della UST CISL IrpiniaSannio Mario Melchionna. La relazione è stata tenuta dal Segretario Generale della FNP CISL IrpiniaSannio Carlo Colarusso che ci ha dichiarato che finalmente si è conclusa, una volta tanto positivamente, una lunga battaglia intrapresa dalla Federazione IrpiniaSannio nel lontano 30 luglio 2011, come i quotidiani locali  testimoniano ( Vedi la rassegna stampa alla suddetta data), nella quale fummo i primi a denunciare l’aumento dei Ticket regionali aggiuntivi sulle prestazioni farmaceutiche e sanitarie. E’ stata una battaglia che ha visto  tutta la CISL  impegnarsi sia a livello di FNP Campania grazie al nostro Segretario Generale Giuseppe Gargiulo, sia a livello confederale della CISL Campania con la Segretaria Lina Lucci ottenendo la cancellazione degli stessi. In data 21 ottobre è stato firmato un protocollo d’intesa da Stefano Caldoro, presidente della Regione Campania con i rappresentanti delle OO.SS. regionali confederali per la riduzione dei ticket sanitari, in alcuni casi anche della metà. Le riduzioni saranno attive a partire dal primo gennaio 2015. In base ai nuovi criteri, sul fronte della farmaceutica, le famiglie composte da una o due persone, con un reddito di 15.000 euro hanno diritto all'esenzione totale. Lo stesso vale per le famiglie composte da almeno tre persone con un reddito di 18mila euro. E ancora: sono esentate le famiglie composta da 4 o 5 persone con redditi fino a 22mila euro e i nuclei composti da almeno 6 persone con redditi fino a 24mila euro. Sul fronte dell'assistenza specialistica ambulatoriale e prestazioni termali, la quota regionale scende da 10 a 5 euro per i pazienti le cui famiglie abbiamo un reddito compreso tra i 13mila e i 36.151,98 euro. Sono invece esentate dalla quota regionale le famiglie composte da 1 o 2 persone con redditi fino a 15mila euro; fino a 18mila euro per famiglie composte da tre persone; fino a 22mila per i nuclei composti da 4 o 5 persone; fino a 24mila per famiglie composte da almeno 6 persone. Cambiano anche i costi dei codici bianchi nei pronto soccorso: il ticket viene dimezzato da 50 a 25 euro. Viene in pratica eliminata, per tutti, la quota regionale per l'accesso, resta solo da pagare quella statale. Le stesse esenzioni, sempre in base al reddito, sono previste per le visite specialistiche legate a patologie, per gli invalidi e per chi ha l'accompagnamento.  

Termini del protocollo d’intesa firmato dalle OO.SS.

       a)  Farmaceutica

i.     I pazienti appartenenti a nuclei familiari con reddito complessivo lordo annuo inferiore a € 13.000, sono esenti;

ii.    parimenti, sono esenti:

ñ  i disoccupati e loro familiari a carico appartenenti a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;

ñ  i titolari di assegno (ex pensione) sociale e loro familiari a carico (art. 8 comma 16 legge 537/93 e s.m.i.);

ñ  i titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant'anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;

iii.   pagano solo la quota di € 1 sulla ricetta:

ñ  i pazienti con patologie croniche o malattie rare appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro, limitatamente ai farmaci  correlati strettamente alle proprie patologie;

ñ  i pazienti esenti per CONDIZIONE (C01, C02, ..  S01, S02, … INVALIDI CIVILI, PER SERVIZO, PER LAVORO), senza distinzioni di reddito;

iv.   i pazienti non esenti pagano, a titolo di compartecipazione, la quota fissa sulla ricetta di € 2 e la quota di € 1,5 per confezione di farmaco coperto da brevetto;

b) Assistenza specialistica e termale

i.     I pazienti appartenenti a nuclei familiari con reddito complessivo lordo annuo inferiore ad € 13.000, sono esenti;

ii.    parimenti, sono esenti:

ñ  i disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico; i titolari di assegno (ex pensione) sociale e loro familiari a carico (art. 8 comma 16 legge 537/93 e s.m.i.);

ñ  i titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant'anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;

iii.   pagano solo la quota di € 5 sulla ricetta, i pazienti con patologie croniche o malattie rare  ed i pazienti esenti per CONDIZIONE (C01, C02, ..  S01, S02, … invalidi civili, per servizio, per lavoro);

iv.   i pazienti non esenti pagano, a titolo di compartecipazione regionale, la quota fissa sulla ricetta di € 10, oltre a pagare le compartecipazioni statali (quota fissa di € 10 sulla ricetta, ticket a franchigia fino al massimo di € 36,15);

c) pronto soccorso ospedaliero non seguito da ricovero codificato come codice bianco:  i pazienti non esenti pagano € 50

Tanto premesso

si concordano le seguenti modifiche alla vigente normativa regionale, con decorrenza 01.10.2014:

a) assistenza farmaceutica convenzionata:

  1. .Relativamente al codice di esenzione per reddito, E10 “Cittadini appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 13.000 euro”:

ñ  la soglia di esenzione è elevata da € 13.000 a €15.000;

ñ   la soglia di esenzione è elevata a € 18.000, per i nuclei familiari composti da 3 persone;

ñ   la soglia di esenzione è elevata a € 22.000 per i nuclei familiari composti da almeno 4 persone;

ñ   la soglia di esenzione è elevata a € 24.000 per i nuclei familiari con oltre 5 persone.

  1. Relativamente alle esenzioni per condizione (c01, c02, ..,  s01, s02, .., invalidi civili, per servizio, per lavoro):

ñ  per i pazienti appartenenti a nuclei familiari con reddito compreso tra € 36.151,98 e € 50.000, è stabilita la corresponsione di € 1 sulla ricetta e di € 1,5 sulle confezioni di farmaci con brevetto in corso;

ñ  per i pazienti appartenenti a nuclei familiari con reddito superiore a € 50.000, è stabilita la corresponsione di € 2 sulla ricetta e di € 1,5 sulle confezione di farmaci con brevetto in corso.

  1. Relativamente alle esenzioni per patologie croniche/malattie rare:

ñ  per i pazienti appartenenti a nuclei familiari con reddito compreso tra € 36.151,98 e € 50.000, la quota fissa è ridotta da € 2 ad € 1;

ñ  per i pazienti che risultino in terapia da almeno 6 mesi, l’art. 26 del DL 90/2014 ha introdotto la multi prescrizione fino a 6 pezzi per ricetta. Pertanto:

a1) per i titolari dell’esenzione, appartenenti a nuclei familiari con reddito inferiore al limite di € 36.151,97, resta ferma la quota di € 1 sulla ricetta per la prescrizione di una o due confezioni; dalla terza confezione di farmaci in poi, se trattasi di farmaci con copertura brevettuale, il paziente sarà soggetto al pagamento della quota di € 0,50 a confezione;

a2) per i titolari dell’esenzione, appartenenti a nuclei familiari con reddito maggiore di € 36.151,98, ferma la quota di € 2 sulla ricetta per la prescrizione di una o due confezioni più l’eventuale quota di € 1,5 per farmaco con copertura brevettuale, dalla terza confezione di farmaci in poi il paziente sarà soggetto al pagamento di € 1,5 per confezione di farmaco coperto da brevetto;

  1. creazione di un codice di esenzione per i minori affidati (sotto tutela) e  per gli  immigrati che hanno chiesto asilo politico;

b) assistenza specialistica ambulatoriale ed assistenza termale:

1.     Relativamente al codice di esenzione per reddito, attualmente, E10 “Cittadini appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 13.000 euro”:

ñ  la soglia di esenzione è elevata da € 13.000 a €15.000;

ñ   la soglia di esenzione è elevata a € 18.000, per i nuclei familiari composti da 3 persone;

ñ   la soglia di esenzione è elevata a € 22.000 per i nuclei familiari composti da almeno 4 persone;

ñ   la soglia di esenzione è elevata a € 24.000 per i nuclei familiari con oltre 5 persone.

  1. Riduzione dalla quota fissa regionale, da € 10 ad € 5, per i soggetti appartenenti a nuclei familiari con reddito inferiore a € 36.151,98,  non in possesso del codice di esenzione E10.

N.B. L’esenzione E10 riguarda solo il ticket regionale non potendosi intervenire su quello statale.

c) Pronto soccorso non seguito da ricovero:

Riduzione del ticket da € 50 ad € 25. La quota regionale per l’accesso di  € 25 è eliminata. Pertanto, resta in vigore solo la quota statale.