NOTIZIE

leggi tutte le novità riguardanti il mondo dei pensionati

Fnp Cisl IrpiniaSannio sempre con te
 
 
 
 

Come rendere più sicuri gli account

Non dettare a nessun operatore e non immettere le credenziali al di fuori del sito o delle applicazioni ufficiali. Le password, i pin e le domande di sicurezza devono essere informazioni che conosci solo tu.
Mantieni aggiornato il tuo browser, le applicazioni o il sistema operativo in questo modo resterà sempre protetto da attacchi informatici.
Non utilizzare mai la stessa password su più siti o applicazioni. Se un servizio online viene compromesso e le password rubate, qualcuno tenterà di usarle su altri siti.
Crea una password con maiuscole e caratteri alfanumerici, non usare sequenze di numeri ovvie (come 123456), di lettere in ordine alfabetico (come abcdef), non usare il tuo nome o cognome, data di nascita, luogo di nascita, indirizzo, codice fiscale, numero di telefono, o il nome dei tuoi figli, parenti o dei tuoi animali domestici, etc.
Fai logout ogni volta che finisci ti utilizzare il tuo social network o quando esci dalla email casella, in questo modo eviterai che gli account restino sempre attivi aumentando i pericoli per la tua sicurezza informatica.

Truffa informatica su WhatsApp

Su WhatsApp sta girando questo messaggio “Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?” accompagnato da un link inviato da un contatto presente nella vostra rubrica. Si tratta di un tentativo di truffa per sottrarre i vostri dati e rubare la vostra identità.
Il codice inviato permette ai cybercriminali di impadronirsi del vostro account WhatsApp e di sfruttare il servizio di messaggistica per compiere ulteriori truffe.
Pertanto se trovate questo messaggio non cliccate sil link e cancellatelo immediatamente. 

Prestazioni collegate al reddito

I pensionati titolari di prestazioni collegate al reddito (prestazioni assistenziali, quale assegno sociale, trattamenti erogati in favore degli invalidi civili, maggiorazioni sociali e alcuni trattamenti a carattere previdenziale tra cui l'integrazione al trattamento minimo, l'assegno ordinario di invalidità e la pensione ai superstiti) hanno l'obbligo di dichiararle all'INPS e qualora previsto, anche quelle del coniuge e dei componenti del nucleo rilevanti per la prestazione.
Se il Red non viene presentato, le erogazioni percepite da tali prestazioni verranno sospese dall'INPS per 60 giorni. Se allo scadere dei 60 giorni, il RED non è stato ancora presentato, l'INPS le sospenderà definitivamente.