NOTIZIE

leggi tutte le novità riguardanti il mondo dei pensionati

Fnp Cisl IrpiniaSannio sempre con te
 
 
 

Servizio di maggior tutela elettrica

Diffida da coloro che ti chiamano da un call center dicendo di essere del servizio di maggior tutela elettrica e che devi passare al mercato libero. Tale affermazione è falsa, il servizio di maggior tutela non chiama nessuno per nessuna ragione.
Il termine della maggior tutela elettrica per le famiglie è previsto per il 10 gennaio 2024, scadenza entro la quale verrà assegnato il servizio a tutele graduali ai clienti domestici elettrici che non hanno ancora scelto un fornitore del mercato libero, garantendo così la continuità della fornitura, in modo che non subiscano alcuna interruzione nell'erogazione del servizio durante il periodo necessario a trovare una nuova offerta.

Debito in eredità

Può accadere che qualcuno passando a miglior vita ci lasci in eredità un debito. In tal caso esistono due possibilità, rinunciare all’eredità o accettarla con beneficio d’ inventario. I debiti non trasmissibili ai figli in qualità di eredi sono i debiti caduti in prescrizione, le obbligazioni naturali, le sanzioni, le multe, le pene pecuniarie, quelli trasmissibili sono il mutuo, le bollette relative alle utenze e condominio e le imposte.  La rinuncia dell’eredità (con dichiarazione scritta ricevuta da un notaio o dal Cancelliere del Tribunale) vale sia per i debito che per i crediti. Nel momento in cui si rinuncia non si ha più l’obbligo di presentazione della dichiarazione di successione. Ma se si rinuncia all’eredità di uno dei genitori o fratelli/sorelle, l’eredità così detta di rappresentazione, passerà di diritto ad uno dei discendenti, figli, nipoti ecc. L’accettazione con beneficio d'inventario invece determina la separazione del proprio patrimonio da quello del defunto.. Se si accetta in tal modo bisogna fare un inventario di ciò che la compone, beni, crediti e debiti entro tre mesi dal decesso del defunto (tale accettazione è obbligatoria solo quando l'erede è un minore, un interdetto, un minore emancipato o un inabilitato). In questo modo se si dovesse scoprire che il patrimonio era pieno di debiti si potrà rispondere solo nel limite di ciò che si è ereditato mentre se non si riceve nulla e l’eredità si rileva completamente passiva nulla si dovrà ai creditori.

Come rendere più sicuri gli account

Non dettare a nessun operatore e non immettere le credenziali al di fuori del sito o delle applicazioni ufficiali. Le password, i pin e le domande di sicurezza devono essere informazioni che conosci solo tu.
Mantieni aggiornato il tuo browser, le applicazioni o il sistema operativo in questo modo resterà sempre protetto da attacchi informatici.
Non utilizzare mai la stessa password su più siti o applicazioni. Se un servizio online viene compromesso e le password rubate, qualcuno tenterà di usarle su altri siti.
Crea una password con maiuscole e caratteri alfanumerici, non usare sequenze di numeri ovvie (come 123456), di lettere in ordine alfabetico (come abcdef), non usare il tuo nome o cognome, data di nascita, luogo di nascita, indirizzo, codice fiscale, numero di telefono, o il nome dei tuoi figli, parenti o dei tuoi animali domestici, etc.
Fai logout ogni volta che finisci ti utilizzare il tuo social network o quando esci dalla email casella, in questo modo eviterai che gli account restino sempre attivi aumentando i pericoli per la tua sicurezza informatica.